Page 28 - OFFICIAL AS ROMA MATCH PROGRAM
P. 28

                Sfide passate
 28
AS ROMA V SS LAZIO
matchprogram
   C’è STATA una VOLTA
La Lazio è favorita. Lo dice la classifica. La Lazio è favorita come lo era il 27 novembre 1994. Chi è nato a ridosso di quella data, chi oggi ha meno 30 anni, non può avere la percezione della differenza che
si avvertiva all’alba di quel derby. Talmente tanto netta, sulla carta, che la reazione a quello 0-3 fu smodata. Dopo anni di derbicchi e gol col contagocce, fu il primo derby dominato da una delle due squadre contro ogni pronostico, e contro ogni giornale.Il segreto del nostro successo fu probabilmente nella genesi, nell’intuizio- ne che ebbe Carletto Mazzone. L’aneddoto aiuta a comprendere quanti importi tutto nella preparazione di un derby. Soprattutto la psicologia. Mazzone, alias er sor Magara, fece appendere nello spogliatoio la pagina di un noto quotidiano romano dove Lazio e Roma venivano messe a confronto. Ruolo per ruolo. Giocatore per giocatore. Vinse 11-0 la Lazio. Sulla carta. Sul campo invece segna- rono Balbo, Cappioli e Fonseca, e segnò il Commando Ultrà con una coreografia di memorabile bellezza: “C’è solo l’AS Roma”. In quel “solo” c’era il senso del “Ti Amo” del 23 ottobre 1983, c’era la spie- gazione di quanto contasse e di quanto conti per noi questa che non è una società, ma l’identità di un popolo. La sua raffigurazione plastica. Anche quando l’AS Roma appare sfavorita, sempre secon- do la classifica. Come in questo derby. Come nel derby del 1994.
   Daniele Galli
MOMENTI, ROMA-LAZIO
di Tiziano Riccardi
Roma-Lazio è quando la Ro- ma gioca in casa. È quan- do trequarti dello stadio è
giallorosso e solo l’altro pezzetto no. Sia chiaro, sono da racconta- re anche i Lazio-Roma perché – per esempio – la stracittadina del “Ti amo” era un Lazio-Roma 0-2 del 1983. O quella del 2002 del poker di Montella e del cucchia- io di Totti “sotto la curva Nord...”, era Lazio-Roma 1-5. O l’autogol di Negro del 2000, Lazio-Roma 0-1. Roma-Lazio è il gol di Del- vecchio a superare Nesta con la solita finta a rientrare, con il di-
    






















































































   26   27   28   29   30