Page 36 - OFFICIAL AS ROMA MATCH PROGRAM
P. 36

                36
AS ROMA V SS LAZIO
Intervista
  matchprogram
    che quella. Poi abbiamo tirato fuo- ri il carattere e all’ultimo secondo sul due pari è arrivata la palla in mezzo di Calafiori e Bucri di testa ha fatto gol. Poi siamo scoppiati a piangere ma finalmente avevamo vinto il campionato. Un’emozione indescrivibile”.
Hai legato con qualcuno?
“Ho legato con tutti. Conosco Fla- vio Bucri da quando sono piccolo e quando è arrivato alla Roma sta- vamo sempre insieme. Poi Paro- di, Silipo. Alcuni compagni hanno preso strade diverse però siamo rimasti in contatto”.
Quanto sei diverso dal bambino che è arrivato dieci anni fa?
“Sono cresciuto tantissimo so- prattutto è migliorata la mia intelli- genza calcistica, il riuscire a rima- nere concentrato tutta la partita, un aspetto che prima mi manca- va un po’. Quando le partite nelle categorie Under erano più sem- plici, poteva capitare che ti rilas- sassi un po’ e di abbassare la con- centrazione. Ora bisogna tenere la concentrazione alta per tutta la gara, qualsiasi squadra incontri”.
In cosa devi migliorare?
“La fase difensiva. Ne ho già par- lato con il mister. Su cross e mar- cature credo siano i miei difetti”.
Qual è il tuo sogno nella Roma?
“Vorrei esordire allo stadio Olim-
“
pico. Con lo speaker che grida il tuo nome allo stadio. Sarebbe una emozione bellissima che è diffici- lissima da provare ma se un gior- no dovesse accadere dedicherei il mio esordio a mia nonna. Ora non c’è più, ma mi ha dato tutto, c’è stata in tutti i momenti della mia vita, da quando ero piccolo a quando ha fatto l’ultimo respiro. È stata sempre con me e per que- sto me la sono tatuata da tutte le parti. È stata il mio punto di rife- rimento nella vita, come una se- conda madre”.
  Se dovessi esordire all’Olimpico la dedicherei a mia nonna che non c’è più
  


















































































   34   35   36   37   38